Viaggio di nozze? Omnia Sposi vi assiste a distanza!

scegliere viaggio di nozze

Viaggio di nozze? Omnia Sposi vi assiste a distanza!

7 aprile 2015 Tutto sul matrimonio 0

Dopo la cerimonia e la festa, è tempo di pensare al viaggio di nozze! Ma cosa occorre per partire più tranquilli? Date un’occhiata a questo elenco. Omnia Sposi riesce ad assistervi anche dopo il fatidico “Sì”.

PASSAPORTO
Il passaporto viene fatto in questura o in un commissariato, nei piccoli comuni, anche nella stazione dei carabinieri. Di solito bastano 15 giorni, in alcune città anche 24 ore.
Se già possedete un passaporto, controllatelo! Le sorprese più amare in aeroporto sono causate dal documento scaduto o non valido.
Informatevi sulle norme del Paese di destinazione; alcune nazioni non accettano un documento in scadenza, cioè negli ultimi mesi di validità (fino a sei mesi).Altre pretendono un visto: dovete chiederlo al consolato, pagare eventuali tasse ed attendere un po’ di giorni.

ASSISTENZA SANITARIA
Se andate in vacanza all’estero e siete cittadini della Comunità Europea, prima di partire fate un salto all’ASL. Lontano da casa l’assistenza medica può essere molto cara. L’Italia ha stipulato degli accordi bilaterali con i paesi della CEE in base ai quali viene garantita l’assistenza sanitaria a costi agevolati, gli stessi previsti per i cittadini locali. Basta recarsi all’Asl della zona di residenza e richiedere il modello E111 che dà diritto all’assistenza per tutto il periodo di permanenza all’estero. Se avete una polizza sanitaria, verificate che sia ancora in corso e valida per l’estero. Inoltre procuratevi il numero di telefono dell’ambasciata italiana più vicina al posto in cui siete dire

CARTA DI CREDITO
Serve per pagare la cena al ristorante, l’albergo, ecc. Controllate la scadenza della vostra carta, oppure se non l’avete, richiedetela alla vostra banca che la rilascerà in pochi giorni. E’ utile perché si possono fare acquisti in tutto il mondo senza avere contanti nel portafoglio

BANCOMAT
Serve per rifornire il portafoglio direttamente dagli sportelli automatici. Controllate se la tessera è abilitata per i prelievi all’estero, altrimenti richiedete l’abilitazione. E’ possibile anche effettuare pagamenti in tutti gli esercizi commerciali convenzionati.

CARTA DI CREDITO TELEFONICA
E’ semplice usarla, basta digitare il codice personale della scheda  e si può telefonare da qualsiasi apparecchio, pubblico, all’estero o in Italia. Il costo della telefonata verrà addebitato sulla bolletta o sulla carta di credito. L’alternativa? La scheda telefonica prepagata internazionale.

ASSICURAZIONE
In caso di furto o smarrimento dei bagagli è meglio essere coperti da una polizza, oppure basta sottoscrivere l’assicurazione della carta di credito.

DENARO
Prima di partire, se preferite avere una scorta di “moneta liquida”, andate in banca e richiedete i traveller cheques: sono assegni in valuta straniera, dollari, marchi… Se la banca non li ha a disposizione bisogna aspettare un po’. Ma il cambiavalute più economico sono le Poste italiane, dove per le valute Euro non ci sono commissioni legate alla cifra da cambiare, ma solo una commissione fissa, per qualsiasi importo; per le valute non Euro anche qui le Poste convengono: oltre alla commissione fissa ce ne è una variabile a seconda di vendita o di acquisto di valuta.
Dove conviene cambiare: in Italia o all’estero?
E’ la domanda che ci si pone spesso. Normalmente il primo cambio conviene farlo in Italia, acquistando direttamente la valuta che occorre e cercando di prevedere la quantità giusta per non essere costretti a ricambiare il resto al ritorno.

MECIDINALI
Prima di partire è bene mettere in valigia alcuni medicinali, per reagire prontamente ad ogni imprevisto. Un antibiotico efficace in caso d’otite, enterite e bronchite; un disinfettante per le vie urinarie; un antipiretico, un antinfiammatorio ed un farmaco antistaminico.
Portate anche un antinevralgico ed antidolorifico per dolori mestruali e mal di testa.
Se la meta delle vacanze è un paese caldo, non dimenticate un disinfettante intestinale, un integratore minerale per compensare le perdite idriche ed un prodotto per la sterilizzazione dell’acqua.
Paura di volare: l’aereo gioca brutti scherzi. La principale responsabile del mal d’aria è la paura che si manifesta con nausea, malessere generale, senso d’oppressione; solo nelle fasi di decollo e d’atterraggio o in particolari condizioni atmosferiche, la colpa è del movimento. Cosa fare? Non allarmatevi. Prima di partire parlate del problema con il medico che vi consiglierà il farmaco più adatto, oppure fatevi prescrivere del tranquillante, che si può assumere a basse dosi già dieci giorni prima della partenza. Inoltre sarebbe utile scaricare lo stress, cercando di riposare, oppure di distrarsi parlando con il vostro/a partner. Dopo il volo, lo stress diminuirà: vi aspettano località bellissime… ma il ritorno? Naturalmente la paura non scomparirà: allora fatevi forza, inoltre sappiate che l’aereo è il mezzo di trasporto più sicuro. Ma se la paura di volare si trasforma in terrore, allora potrete seguire dei corsi preparatori mensili organizzati da alcune compagnie aeree. Ma una volta arrivati a destinazione che fare? La cosa migliore è adeguarsi subito all’ora locale.

NUMERI DI TELEFONO
Portate con voi quello per bloccare carte di credito o il bancomat, ed i numeri delle assicurazioni. Inoltre informatevi: esiste un servizio con il quale con una telefonata, dall’Italia o dall’estero, si bloccano tutte le carte registrate; si può avere anche il rimborso nel caso in cui qualcuno usi la carta di credito prima che venga bloccata.

Inoltre:

portate un dizionario inglese tascabile

portate degli adattatori di rete elettrica “universali”, per poter utilizzare rasoi, phon, …

preparate un cartellino di appartenenza , per ogni valigia, con nome, indirizzo e recapito del proprietario

portate un carnet di numeri di telefono abituali, di parenti, di amici.

E prima di partire:

portate in banca gioielli ed altri oggetti di valore

chiudete gas, luce, acqua

lasciate un mazzo di chiavi della casa a qualcuno di fiducia

lasciate ai familiari il numero di telefono degli alberghi in cui alloggerete.

0 Commenti

Vuoi condividere ciò che pensi?

Il tuoi indirizzo email non sarà pubblicato. * Campi obbligatori

Lascia un commento