Quando lo sposo è stressato…

stress sposo

Quando lo sposo è stressato…

7 ottobre 2014 Lo sapevi che… 0

Lo stress da preparativi non colpisce soltanto il gentil sesso, sono molti infatti gli sposi che avvertono tutte le conseguenze della febbrile attesa, manifestando comportamenti che spesso portano a non poche preoccupazioni.

Basta chiedere alle amiche già sposate o anche alle vostre mamme, nonne o zie per rendersene conto: il vostro futuro sposo non è l’unico a diventare sempre più distante man, mano che la fatidica data si avvicina.

Avrà cambiato idea?

Niente paura, questa reazione è naturale e del tutto normale. Si tratta di una “crisi” a scopo ritardato che capita a molti – per non dire a tutti – e che prima o poi deve trovare il suo canale di sfogo.

Secondo alcuni psicologi, l’angoscia pre matrimoniale è del tutto normale e fa parte della crescita della persona. Le spiegazioni sono varie.

  • Figlio di mamma. Il vostro è il tipico caso di “figlio” viziatello, che dalla famiglia ha avuto il messaggio di super potenza e che sta facendo fatica ad accettare i limiti e le responsabilità di una vita a due.
  • Terrore del fallimento. Il vostro futuro marito è terrorizzato all’idea di un fallimento sentimentale (e magari è figlio di separati).

 

Che cosa potete fare per aiutarlo a uscire dall’impasse?

Al di là del fatto che non esistono ricette facili e che ogni individuo è un caso a sé, potete seguire alcune regole di buon senso e quasi certamente riuscirete a rassicurarlo. Ecco come.

  • Niente oppressioni. Innanzitutto evitate di fare pressione. Non serve a nulla tempestarlo di domande. Lasciatelo piuttosto “respirare” e che si prenda il tempo necessario per “digerire” i cambiamenti che stanno per avvenire nella sua vita.
  • Deve riflettere. Se ha bisogno di partire qualche giorno senza di voi, non fatene un dramma. Sarà utile per permettergli di riflettere e fare il punto della situazione e dei suoi sentimenti.
  • Da parte vostra. Siate salde e dimostrate costantemente le vostre certezze sulla forza del vostro mutuo amore. Parlatene e verbalizzate senza ombra di dubbio il vostro futuro amoroso.
  • Timidezza acuta. E se fosse soltanto un caso di timidezza estrema all’idea di ritrovarsi al centro dell’attenzione e di avere tutti gli occhi puntati su di lui? Pare assurdo, ma non è da escludersi. In questo caso, rassicuratelo e fate in modo che non sia obbligato a fare degli show, tanto lontani dalla sua natura.
  • Terapia di coppia. Se il vostro lui non rientra in nessuna di queste categorie non scartate l’idea di affrontare insieme una “sana” e “liberatoria” terapia di coppia. Parlarvi e spiegarvi davanti a una terza persona, esterna alla cerchia di amici e parenti, è a volte un toccasana e potrà aiutarvi a risolvere piccoli malintesi che potrebbero trascinarsi anche una volta pronunciato i voti tanto attesi.

0 Commenti

Vuoi condividere ciò che pensi?

Il tuoi indirizzo email non sarà pubblicato. * Campi obbligatori

Lascia un commento